i luoghi dell’anima 12×12


1 2 Diapositiva1Galleria D’Arte “Mentana”

P.zza Mentana 2/3 r-50122 (Firenze)

telef. 055.211985 – Fax. 055.2697769

http://www.galleriamentana.it

galleriamentana@galleriamentana.it

Inaugurazione: sabato 18 ottobre 2014 ore 18.00

i luoghi dell’anima

12×12

Gallerie In-Contemporanea

18 ottobre 2014 – 12 am – 12 pm

Saletta Mentana

Firenze

La storica galleria d’arte Mentana,opera nel cuore del centro storico di Firenze, nell’omonima piazza tra il Ponte Vecchio e la galleria degli Uffizi. Oltre ad interessarsi di artisti storicizzati, la galleria si occupa in particolare di promuovere e divulgare nuovi talenti dell’arte contemporanea. in questa particolare occasione indetta dalle 12 gallerie associate ANGAMC di Firenze e Prato, che prevede un’intera giornata dedicata all’arte moderna e contemporanea, ho il piacere di presentare due giovani artisti emergenti, Alberto Cecchini e Ghenadie Popic, ai quali faccio i miei più vivi auguri,

Art Director, Giovanna Laura Adreani

Interno saletta

Ghenadie Popic

Vista sull’Arno dal Ponte Vecchio, fotografia digitale Firenze, luogo contemporaneo capace di mutamenti nelle strade anguste e tortuose come all’epoca del Boccaccio, le vie di notte non più invase dall’ arroganza dei motorini diventano vivibili, borghigiane, Firenze svela la sua sapiente piccolezza e la statura del villaggio si riapre insieme alla sua grazia.

Firenze è una commistione incredibile di dottrina e di malizia dialettale.

Mi muove la fantasia questa città occulta, notturna, un agglomerato che nei secoli era destinato ad uscire dal sottosuolo, diventare una delle grandi città del mondo, ma prima, nella secolare infanzia, Florenzia, questa città che quasi non esiste nei testi e nei documenti latini è una città che sotto il suo splendore visibile nasconde secoli di arguto silenzio.

Alberto Cecchini

“Avvalendosi degli strumenti che la psicoterapia della gestalt utilizza per l’indagine, l’autoapprendimento e l’incontro tra luoghi interni e luoghi esterni, l’artista e Psicoterapeuta Alberto Cecchini, svolge un lavoro di consapevolezza dell’individuo attraverso un viaggio nel Sé che diventa arte e, in quanto arte, specchio del proprio mondo che si trasforma e si libera, rendendo all’opera i colori, le forme e la concretezza di un incontro scelto autenticamente.”

Il chiosco sul mare olio su tela cm 100×70

Orario: 11.00/13.00 – 16.30/19.30

Domenica e Lunedi mattina chiuso

Sabato mattina su appuntamento

La mostra sarà visitabile fino al 6 novembre 2014

Nell’ambito di:

12×12 Gallerie

In-Contemporanea

The National Association of Modern and Contemporary Art Galleries hosts a 12-hour art event on Saturday, October 18 that runs from 12 p.m. until 12 a.m. and extends across 11 galleries in Florence and Prato.

12×12 Gallerie In-Contemporanea is dedicated to sharing modern and contemporary art for a day by offering art lovers and collectors the chance to visit the diverse exhibitions showcased by each gallery.

Armanda Gori Arte

UOMINI E COSE

www.armandagoriarte.com

Galleria Alessandro Bagnai

VITTORIO CORSINI: REACHING THE LANDSCAPE

www.galleriabagnai.it

Galleria Frediano Farsetti

UMANI NON UMANI: CLAUDIO ABATE/CARMELO BENE/ MARIO SCHIFANO

www.galleriafredianofarsetti.it

Santo Ficara

ALESSANDRO MENDINI, FRANCESCO CABERLON, STILEMI MODERNI

www.santoficara.it

Eduardo Secci Contemporary

RICHARD DUPONT _ SELFIE

www.eduardosecci.com

Il Ponte

RODOLFO ARICÒ, GERMINATION OF AN IDEA 1964-1972

www.galleriailponte.com

Frittelli Arte Contemporanea

NANNI BALESTRINI – FUORI TUTTO

www.frittelliarte.it

Galleria d’Arte Mentana

CONFRONTO ASTRATTISMO-REALISMO

www.galleriamentana.it

Tornabuoni Arte

ESPRESSIONI CONTEMPORANEE

www.tornabuoniarte.it

OpenArt

PAUL JENKINS – THE SPECTRUM OF LIGHT

www.openart.it

Galleria Poggiali e Forconi

LUIGI GHIRRI – L’IMMAGINE IMPOSSIBILE

www.poggialieforconi.it

Galleria Poggiali e Forconi

Project Room

DANILO BUCCHI – MONOCHROME

www.poggialieforconi.it

FIRENZE

VIA MAGGIO, 51R

  1. (+39) 055283506

October 18 From 12 p.m-12 a.m

IMG_6363 IMG_6501 IMG_6510 IMG_6513 IMG_6560 IMG_6564

“Forme e colori dello spirito”


castellocollettivaCastello Risolo

Piazza del Popolo, Specchia (LE)

Con il Patrocinio del comune di Specchia, l’Associazione Culturale “e20cult “ e la Casa Editrice “Il Raggio Verde SRL” presentano le personali in collettiva “Forme e colori dello spirito”. L’evento partecipa alla “Giornata del Contemporaneo indetta da AMACI, giunta alla decima edizione”

“Forme e colori dello spirito”

Inaugurazione: 10 ottobre ore 18,00

Saluti da:

Rocco Pagliara  –  Sindaco di Specchia            Giorgio Biasco   –  Assessore alla Cultura                                                                             Dott. Maurizio Antonazzo – Giornalista – (presenta la serata)                       Federica Murgia – Presidente dell’Associazione Culturale “e20cult” sezione di Specchia Dal 10 al 18 ottobre

L’Associazione Culturale “e20cult” e la casa editrice “Il Raggio Verde SRL” in collaborazione con il comune di Specchia che ha concesso il patrocinio e l’uso gratuito del Castello Risolo, in piazza del Popolo, promuovono una mostra di personali in collettiva dal titolo “Forme e colori dello spirito”.            L’esposizione avrà inizio il 10 ottobre e chiuderà il 18 ottobre, aprendo tutti i giorni dalle ore 18.00 alle 21,00.                                                                           Nella Giornata del Contemporaneo indetta da AMACI, giunta alla decima edizione, 11 ottobre 2014, la mostra rimarrà aperta dalle ore 10,00 alle 12.00 – dalle 16,00 alle 21,00. Nella stessa giornata, nella sala conferenze del Castello Risolo, si terranno degli incontri, dove gli artisti e gli esperti d’arte discuteranno di ’”arte e dei luoghi dell’arte”.                                                                   Ciascuna sala del Castello Risolo di Specchia si animerà dei racconti delle opere di artisti che, pur esprimendosi con diversi linguaggi dell’arte, riescono a far emergere il loro spirito e il loro personale modo di avvertire il mondo e le vicissitudini della vita. Per l’occasione ci saranno personali di: Ute Bruno, Mimmo Camassa, Luigi De Giovanni, Kristine Kvitka, Laura Petracca, Andrea Ritrovato, Roberto Russo, Ada Scupola, Gianni Scupola.

L’esposizione, occasione per la partecipazione alla decima edizione della Giornata del Contemporaneo indetta da AMACI, servirà anche a far conoscere l’edificio quale location espositivo.

Inaugurazione: 10 ottobre ore 18,00

Sabato 11 ottobre 2014, Giornata del Contemporaneo,

dalle ore 10:00 alle ore 12:00 – dalle ore 16,00 alle ore 21,00

Tutti gli altri giorni dalle ore 18,00 alle 21,00

info:

Cell. 3292370646     –     3279583790

info@e20cult.it – lmfedeg@libero.it

http://www.e20cult.it/

manfisto specchiaGDCok

Individuazioni Internazionali anche Luigi De Giovanni


img_6350

Galleria D’Arte Mentana

P.zza Mentana 2/3 r – 50122 (Firenze)

telef. 055.211985 – Fax. 055.2697769

http://www.galleriamentana.it

galleriamentana@galleriamentana.it

Individuazioni Internazionali

inaugurazione: Sabato 20 Settembre 2014 Ore 18.00

La mostra sarà visitabile fino al 13 Ottobre 2014

La galleria d’arte Mentana di Firenze, dà inizio alla nuova stagione

espositiva con questa importante mostra dal titolo “Individuazioni Internazionali”.

La rassegna è curata dalla direttrice artistica Giovanna Laura Adreani ed ha come obiettivo la presentazione di artisti contemporanei di culture e provenienze geografiche differenti, che hanno in comune i fermenti e le innovazioni delle arti visive contemporanee. In parallelo alla rassegna Individuazioni, il giorno 11 Ottobre, la galleria Mentana parteciperà alla Giornata del Contemporaneo indetta da AMACI, associazione dei Musei Italiani, che coinvolgerà 26 spazi museali del nostro territorio. Questa occasione farà si che le opere in mostra siano motivo di segnalazione nell’ambito museale e del relativo data base del comitato scientifico.

Art director, Giovanna Laura Adreani

Artisti: Spazio Galleria (interno galleria)

Paco Seoane (Spagna)

Eva Sánchez Benítez (Spagna)

Frank Sisca (italia)

Fanny Horowitz (israele)

Irene Papini (italia)

Jack Ronnel (israele)

Alessandro Mattia Mazzoleni (italia)

Hilda Vidal (Cuba)

Artisti: Interno Saletta

“Saletta Mentana”

LUIGI DE GIOVANNI (Italia)

FRANCESCA GUETTA (Italia)

Norma DURE’ (Argentina)

MARIA ZASlAVSKAYA – ElENA PRIMASHOVA (Russia)

GIAMMARCO AMICI (Italia)

MARGARET KARAPETIAN (Iran – Italia)

ANNA LUISA ROMA (Italia)

La mostra sarà visitabile nei seguenti orari: 11.00/13.00 – 16.30/19.30

Domenica e Lunedì mattina chiuso

Sabato mattina su appuntamento

“L’immaginazione al potere” Dai figli dei fiori all’urlo nel buio


ImmagineImmagineImmagine

Questa mostra è la percezione dell’evoluzione dei costumi e dei pensieri politici, che l’artista ha voluto descrivere con le poetiche di colori e segni che ci fanno percorrere un viaggio nei conflitti di un’epoca che, anche con terribili eventi, ha cambiato la visione della società e del mondo nonché dell’arte. L’idea è scaturita in De Giovanni dalla sensazione di un attimo che gli fece veder sviliti gli sforzi e, anche, le vite di tanti rivoluzionari e idealisti che combatterono per i loro sogni di libertà, uguaglianza, fratellanza: purtroppo concetti ancora lontani dalla coscienza di molti uomini.

La percezione dell’oggi che lui avvertì quando si voltò attratto da una scritta su una t-shirt che diceva “ho una maglietta del Che e non so perché” fu un flash che lo catapultò nel passato. Fu così che si rivide con i sogni giovanili che animavano la sua creatività e crescevano come i suoi lunghi capelli biondi, leggermente ondulati. Risentì l’eco degli slogan del sessantotto, urlati a gran voce, che avevano reso “L’immaginazione al potere” rivoluzione permanente e, purtroppo, dolorosa per molti. Da quel momento l’urgenza della pittura, catartica del suo inconscio, lo portò davanti alla tavolozza e i gesti forti e malinconici lasciarono le tracce sulla tela, dove si materializzò il suo grido metaforico di colori e simboli che si combinavano e diventavano creatività senza condizionamenti. Si liberava nell’animo dell’artista l’urlo interiore di ricerca di giustizia e libertà. I simboli riemersero nelle sue opere, raccontando i sogni di popoli che vi avevano creduto, ma qui si tingevano delle lacrime e del sangue di tante persone che non vi avevano prestato fede e che erano state discriminate o sterminate.

Così nelle pastose tinte l’artista ha amalgamato bandiere d’ideali, spesso traditi, con gli slogan che promettevano un mondo più giusto per tutti.

Nelle sue ultime opere l’amarezza si legge nelle scritte fatte con pennellate che denunciano la rabbia e la delusione di una persona che aveva creduto e si ritrova a percorrere idealmente le conquiste ma anche i fallimenti di un secolo che con le tragedie e le guerre per il potere ha fatto sì che le ingiustizie perseverassero mentre i poveri rimanevano poveri e i ricchi diventavano sempre più ricchi.

In questa mostra De Giovanni racconta l’oggi ritrovando una società dove le banche e i poteri economici decidono la sorte dei popoli. Una realtà che stridente con il sogno e le teorie dei grandi rivoluzionari che applicarono le idee dei pensatori. Contraddizioni, fra modi di vivere e ideali, che si ritrovano anche nel riferimento a Capri, luogo d’incontro di grandi filosofi che propugnavano la rivoluzione del popolo e il riscatto dei poveri, ma stavano in un luogo per ricchi.

È così che le sensazioni dell’artista si sono accavallate sino a concentrarsi nelle opere, alcune modulari, in un racconto che porta al 14 luglio, data della Presa della Bastiglia e, anche, non a caso, dell’inaugurazione della mostra che è stata aperta con la performance di un gioioso lancio di acquerelli che volevano simboleggiare speranza per un mondo più giusto. I jeans, che diventarono divisa dei giovani sessantottini che inseguivano le utopie, dialogano con i libri che ebbero allora grande significato, sono oggi fatti diventare dall’artista installazione: monito di grandi ideali disattesi.     Federica Murgia